sabato 31 luglio 2010

RECENSIONE STAMPA




PROTAGONISTI NEL PARTITO DELLA NAZIONE

Venerdì 30 luglio 2010 in Via Tre Fontane a Roma ore 21:00 c'è stata la Presentazione dell'Associazione "Fare Nazione" di Lamberto Trivelloni con la presenza-adesione di circa sei associazioni della provincia di Roma ( Associazione del litorale di Roma, Associazione dei Castelli, ecc.) e il Movimento Politico dei Moderati . Fanno parte del direttivo dell'Associazione "Fare Nazione" per i primi 3 mesi i presidenti o delegati delle associazioni convenute e quindi anche dei Moderati. Trivelloni ha ringraziato la delegazione dei Moderati presenti in sala, il Coordinatore della Provincia di Roma nonché Segretario Dei Moderati Arch. Paolo Vecchio la Coordinatrice dei Moderati di Roma Avv. Simona Di Murro, il Dirigente Nazionale Antonio Di Murro e il Presidente dei Moderati Silvio Tedeschi assente per altri impegni. Il Vicegovernatore della Regione Lazio On. Luciano Ciocchetti ha lodato infine l'iniziativa ringraziando i presenti dando appuntamento a settembre, mese in cui l’Associazione inizierà a muovere i primi passi.

venerdì 30 luglio 2010

BUONE VACANZE A TUTTI




Si terrà questa sera l’assemblea dei dirigenti del Movimento Politico dei Moderati allargata ad amici e simpatizzanti. Un momento per fare un bilancio dell’attività svolta e soprattutto per programmare la ripresa dei lavori a settembre che vedrà i Moderati impegnati su diversi fronti a partire dalle elezioni comunali del 2011 e la politica nazionale legata alla nascita del Partito della Nazione. Proprio in questi giorni i Moderati hanno siglato un patto con la nascente Associazione Fare Nazione che raggruppa molti amministratori locali ed esponenti di spicco dell’UDC del Lazio. Saremo quindi impegnati in un’intensa attività politica che ci vedrà sicuramente protagonisti. Sin dalla nascita abbiamo deciso di dare un contributo alla politica nel segno del rinnovamento e del ringiovanimento della classe dirigente. Piano piano ci stiamo riuscendo e se è vero che il messaggio dei Moderati è stato ormai recepito dai tanti amici che ci seguono, vuol dire che abbiamo intrapreso il cammino giusto. Riportare la politica tra la gente e fuori dalle “ comode “ poltrone istituzionali. Il nostro contributo sarà incondizionato a tutti i livelli laddove l’iniziativa dei nostri interlocutori è sana, costruttiva e proiettata verso il futuro, saremo sempre al fianco di chi vuole rinnovare la classe dirigente di questo paese passando per lo strumento della democrazia, rispettando la propria dignità, la propria identità.
In alcuni Comuni abbiamo già testato le nostre forze, siamo stati talvolta determinanti per il successo di candidati nostri o comunque nostri amici, siamo sempre stati leali e continueremo a farlo purché i nostri argomenti, i nostri messaggi trovino accoglimento e certezze.
Stiamo favorendo la nascita di una nuova classe dirigente, questa è la missione dei Moderati, siamo convinti che oggi più che mai in Italia c’è bisogno di nuove idee, nuovi progetti, nuovi volti. C’è bisogno di uomini e donne liberi capaci di agire ed amministrare senza timori e senza condizionamenti. Ci stiamo riuscendo, bisogna fare ancora molto, non ci fermeremo di fronte a nessun ostacolo premesso che sin dalla nascita abbiamo sempre rifiutato logiche di partito e spartitorie. Non ci interessano incarichi e poltrone comode, abbiamo il vizio di conquistarcele con il nostro sudore, l’importante è essere convinti delle proprie idee, per questo siamo in costante contatto con i giovani, con chi, di fatto, sarà chiamato in futuro ad amministrare i Comuni, le province, le regioni, la nazione.
A loro ci rivolgiamo, a loro chiediamo uno scatto d’orgoglio e di partecipare attivamente alla vita politica senza delegare a nessuno le proprie sorti. Siamo convinti che in politica ci sia bisogno di un ricambio generazionale, impegnarsi non vuole dire solo ambire a posti di potere. Mi auguro che questo periodo di vacanze possa servire a molti a rigenerarsi e a pensare al futuro con un nuovo spirito e soprattutto con nuove energie. Agli amici Moderati dico grazie per il lavoro sin qui svolto, ci aspettano giorni di lavoro e di massimo impegno, con lo stesso spirito con cui abbiamo sempre agito, sono sicuro che a partire da settembre saremo ancora una volta protagonisti e capaci di dare un contributo propositivo e costruttivo alla politica. Grazie a tutti di cuore.



Il Presidente dei Moderati
Silvio Tedeschi

giovedì 29 luglio 2010

RECENSIONE STAMPA


NASCE " FARE NAZIONE "

Presentata a Roma ieri, l'Associazione Fare Nazione. Il promotoe Lamberto Trivelloni alla presenza dell'On. Ciocchetti ha ringraziato il Presidente dei Moderati Tedeschi per la disponibilità e il sostegno al progetto.

NASCE " FARE NAZIONE "

Presentata a Roma ieri, l'Associazione Fare Nazione. Il promotore Lamberto Trivelloni alla presenza dell'On. Ciocchetti Vice Presidente della Giunta Regionale e Assessore all'Urbanistica della Regione Lazio, ha ringraziato il Presidente dei Moderati Tedeschi per la disponibilità e il sostegno al progetto.

martedì 27 luglio 2010

NASCE L'ASSOCIAZIONE " FARE NAZIONE "

Su iniziativa di Lamberto Trivelloni nascerà domani a Roma l’Associazione Fare Nazione, nell’intento di dare un contributo alla nascita del Partito Della Nazione. L’iniziativa nata da un’idea dei Movimenti che fanno riferimento a Trivelloni e i Moderati ha lo scopo di favorire un dibattito costruttivo in vista della nascita del Partito della Nazione voluto fortemente da Casini. Un movimento politico e ideologico che invita alla riflessione e serve soprattutto da stimolo per quanti hanno intenzione di tornare a fare politica attiva sul territorio. Basta con i partiti pre confezionati, senza congressi, con leadership consolidate. L’importanza dei congressi è alla base della nascente associazione che vuole portare soprattutto gli iscritti ad essere partecipi, quei cittadini che il giorno del congresso parteciperanno con il proprio voto. Un rapporto con i Moderati voluto fortemente da Trivelloni, consigliere nazionale dell’UDC, un rapporto politico che nasce prima delle elezioni regionali che fino ad oggi ha portato a grosse soddisfazioni. Inizia un percorso politico comune ha dichiarato Tedeschi, Presidente dei Moderati, che per l’ennesima volta cerca di avvicinare il Movimento dei Moderati a un soggetto politico dichiaratamente di centro. In passato i rapporti con l'UDC non sono stati edificanti anzi tutt’altro, oggi con questa nuova iniziativa, l’auspicio di tutti e che si riesca ad aprire una fase nuova che sia coinvolgente e che riesca finalmente a far nascere un grosso partito di centro. Con Trivelloni ha dichiarato Tedeschi abbiamo già avuto modo di verificare e dimostrare il valore aggiunto del nostro apporto, il risultato delle ultime elezioni regionali ne è la dimostrazione, a Roma, dove la competizione era difficilissima. Il consenso riportato da Trivello0ni è andato oltre le aspettative e questo indubbiamente è stato il trampolino di lancio di un movimento politico che va oltre l’UDC e chi oggi la rappresenta. Vogliamo essere parte attiva di un progetto politico nuovo ma vogliamo che siano riconosciute le nostre battaglie e soprattutto la nostra identità. Ci stiamo provando.

venerdì 23 luglio 2010

LA MONTI LEPINI PUO ASPETTARE

Se tanto mi da tanto il risultato delle ultime elezioni regionali parla chiaro. Nella Giunta Regionale appena nata conta chi ha un ruolo e a rimetterci quindi cono le province anzi la provincia che non ha un proprio rappresentante, Frosinone. Basta leggere la dichiarazione di ieri con cui la Polverini annuncia la modernizzazione della strada Pontina per capire che ancora una volta la Ciociaria sarà considerata sempre e comunque come una provincia di serie B. Sarebbe stato un bel gesto se tra le prime iniziative della Polverini ci fosse stato l’interessamento alla Monti Lepini, l’unica strada che collega il Nord della Ciociaria con il Mare, una strada pericolosissima, piena d’insidie e super trafficata nei periodi estivi. Peccato, bisognerà aspettare la prossima tornata elettorale.

Moderati Frosinone

mercoledì 21 luglio 2010

DECEDUTA LA SUOCERA DEL DOTT. NOTA

Il Movimento Politico dei Moderati si associa al dolore che ha colpito la Sig.ra Maria e il Dott. Crescenzo Nota per la scomparsa della cara Di Murro Gaetanina.

FARE NAZIONE

‎28 lUGLIO 0RE 20:30 Roma, Piazza Tre Fontane 1 nasce l'Associazione FARE NAZIONE. Un'iniziativa voluta fortemente da Lamberto Trivelloni e che rientra nella fase costituente del Partito della Nazione.

domenica 18 luglio 2010

VICINI ALLA GIORNALISTA ALBA SPENNATO

Il Movimento dei Moderati esprime sentite condoglianze alla famiglia Spennato ed in particolar modo ad Alba per la prematura scomparsa del papà Franco.

IL PARTITO DELLA NAZIONE UNA REALTA’ O SOLO UNO SPOT?





Si susseguono i tentativi di creare un partito di Centro, un grosso contenitore in grado di raccogliere le tante anime centriste ed ex democristiane che oggi militano nel PD o nel PDL. L’intenzione di Casini è buona ma ancora una volta c’è chi pensa di contrastarla come ad esempio i neonati Democratici Cristiani del PDL. Tutti guardano al futuro creandosi un paracadute ma nessuno vuole mollare le proprie posizioni come ad esempio Rotondi, Pizza e Giovanardi e come lo stesso Casini, Cesa ed altri che comunque dimostrano di non voler mollare la presa. Tutti sono d’accordo e favorevoli alla nascita di un Terzo Polo ma quando si parla di chi deve gestire questa fase, tornano sempre gli stessi nomi. L’UDC pronta ad ammainare le bandiere ma a quanto pare a gestire la nascita del partito della Nazione saranno sempre esponenti dell’UDC stessa. La domanda sorge spontanea, ma è un partito nuovo o un’operazione di marketing targata UDC? Ci troveremo di fronte ancora una volta la stessa classe dirigente che soprattutto nelle ultime elezioni regionali ha rischiato di far sparire il partito? Il nuovo soggetto politico dovrà nascere con il coinvolgimento di tutti e soprattutto basato sulla lealtà e sulla rappresentatività. In questi giorni si moltiplicano gli inviti a partecipare ad incontri, i Moderati che da tempo chiedono più chiarezza e garanzie reali di rappresentatività ancora oggi credono che il Partito della Nazione si possa fare e il convincimento scaturisce anche dal fatto che da tempo hanno stretto un patto con una componente interna all’UDC molto forte e rappresentativa specie nella Capitale. Una componente che oltre ad esprimere rappresentanza istituzionale chiede che l’eventuale Congresso fondativo del partito Della Nazione dovrà essere celebrato con criterio, chi ha i numeri deve avere la giusta rappresentanza. Ci sono stati diversi incontri nella Capitale, dopo la pausa estiva sono previsti a settembre altri incontri, spetta ora a chi propone ormai da diverso tempo la nascita del Partito della Nazione, concretizzare e magari indire il Congresso. La componente dei Moderati è pronta a partecipare ai lavori con una propria mozione e con un proprio progetto di concerto con altri soggetti politici, associazioni e movimenti della provincia di Roma. La volontà di “ FARE NAZIONE “ c’è, tocca adesso a chi gestisce questa fase, dimostrare di voler costruire una casa nuova e soprattutto un progetto politico nuovo. Ci auguriamo che la sua nascita non sia la riedizione dell’UDC e che gli stessi Dirigenti dell’UDC non i nuovi dirigenti.


Il Presidente dei Moderati
Silvio Tedeschi

giovedì 15 luglio 2010

RECENSIONE STAMPA


CHIUSURA DELLA DISCARICA DI CERRETO

Si susseguono in queste ore le preoccupazioni dei Comuni della provincia di Frosinone i quali temono un’emergenza rifiuti. La preoccupazione di molti Sindaci è quella di dover affrontare un’emergenza in pieno periodo estivo ed è giustificabile, ma a nessuno viene in mente di esprimere solidarietà alle popolazioni di Roccasecca, Colfelice, San Giovanni Incarico, Pontecorvo che stando a quanto si apprende dai giornali hanno ..............[.....]

RECENSIONE STAMPA


FUORI GLI AVVOLTOI DALLA DISCARICA DI CERRETO

Il Movimento Politico dei Moderati esprime apprezzamento per l’operazione portata a termine questa mattina dal N.O.E. dei Carabinieri in Località Cerreto con la chiusura della discarica di Cerreto. Nella giornata di oggi è stata scritta una bruttissima pagina per la Città di Roccasecca, una Città .............. [....]

RECENSIONE STAMPA

RECENSIONE STAMPA DEL 14.07.2010




martedì 13 luglio 2010

TEDESCHI: DISCARICA DI CERRETO TANTA DEMOGOGIA POCHE SOLUZIONI




Si susseguono in queste ore le preoccupazioni dei Comuni della provincia di Frosinone i quali temono un’emergenza rifiuti. La preoccupazione di molti Sindaci è quella di dover affrontare un’emergenza in pieno periodo estivo ed è giustificabile ma a nessuno viene in mente di esprimere solidarietà alle popolazioni di Roccasecca, Colfelice, San Giovanni Incarico, Pontecorvo che stando a quanto si apprende dai giornali hanno ospitato oltre ai rifiuti di tutti i Comuni della provincia di Frosinone anche quelli speciali tossici e nocivi. Di fronte a tanto egoismo e indifferenza non possiamo rimanere fermi, la frenesia con cui anche il Presidente della Provincia di Frosinone Iannarilli si è affrettato a sollecitare la riapertura parziale della discarica dimostra ancora una volta che l’unica Città adatta a ospitare una discarica in provincia di Frosinone è Roccasecca. Vergogna assoluta per chi ha deciso che Roccasecca debba essere la pattumiera del Lazio ed in particolar modo della provincia di Frosinone. Nessuno si pone il problema di individuare un sito alternativo, a nessuno viene in mente una soluzione alternativa o quanto meno la razionalizzazione della gestione dei rifiuti, ancora una volta ci chiediamo per quale motivo un paesino di 8.000 abitanti debba ospitare l’immondizia di tutta la provincia di Frosinone. Troviamo altresì pretestuose le dichiarazioni di alcuni politici locali che chiedono la chiusura della discarica, ma non propongono una soluzione, solo spot, solo propaganda solo chiacchiere. I Moderati chiedono da diverso tempo a differenza di chi lo fa solo da pochi mese e pretende un riconoscimento, che le istituzioni individuino altri siti nella provincia di Frosinone magari tre macro aree che soddisfino il Nord, il Centro e il Sud della Ciociaria, un modo per gestire una quantità di rifiuti minore rispetto alla discarica di Cerreto. Ognuno si assuma le proprie responsabilità o ognuno faccia la propria parte, è evidente che chi produce rifiuti deve smaltirli, ma non è possibile che un solo Comune debba ospitare l’immondizia di tutti a novantuno i Comuni della Ciociaria. E’ giunto il momento di assumersi le proprie responsabilità, i politici, le istituzioni locali, provinciali e regionali non possono continuare a prenderci in giro, siamo stanchi, non crediamo più alle promesse come del resto non credevamo a chi ci diceva che la discarica era in regola e il tutto era fatto alla luce del sole. Hanno fallito tutti, hanno fallito anche coloro che oggi si propongono come il nuovo ma che fino a ieri hanno amministrato la Regione Lazio, nessuno nemmeno l’IDV può ergersi a paladino dei cittadini di Roccasecca, che fino a qualche mese fa era in Giunta Regionale, cosa hanno fatto per queste zone?


IL PRESIDENTE DEI MODERATI

SILVIO TEDESCHI

Duro intervento del Movimento politico dei Moderati

domenica 11 luglio 2010

SCANDALOSA MONTI LEPINI




Si sono succedute Giunte di tutti i colori, molti politici hanno raggiunto i vertici della Provincia, della Regione altri hanno completato la carriera andandosene al Parlamento Europeo ma la Strada Monti Lepini che collega Frosinone a Latina rimane l'esempio del fallimento di un'intera classe politica anzi un'intera generazione politica. Mentre a partire da Priverno la Provincia di Latina ha provveduto a realizzare opere viarie importanti che consentono cosi lo snellimento del traffico che soprattutto nei periodi estivi raggiunge livelli record i politici Ciociaria, ci chiediamo, a cosa hanno pensato in tutti questi anni. Raggiungere le località balneari della provincia di Latina per un qualsiasi cittadino della provincia di Frosinone che volesse farlo tramite la Monti Lepini è impresa ardua, lunghe code di auto che si muovono a passo di lumaca, raggiungere Terracina, Sabaudia, San Felice Circeo, Latina è cosa impossibile tranne che partire la mattina presto per esse sul posto dopo almeno 3 ore di viaggio. Si parla tanto di mobilità, di snellimento del traffico, di globalizzazione ma a Frosinone siamo all'anno zero. Colpa dei politici locali, senza appello, nessuno può ritenersi escluso dalla vicenda, per anni hanno pensato a opere irrealizzabili, hanno pensato addirittura all'aeroporto di Frosinone quando per raggiungere Latina ancora siamo alle calende greche. Vergogna, vergogna e ancora vergogna, invitiamo i politici Ciociaria a percorrere il tratto in questione e poi a guardarsi allo specchio, questo è l'unico modo per giustificare anni e anni di attività politica buttata all'aria senza benefici per la nostra bella Ciociaria. Un plauso invece alla Provincia di Latina che per quanto di sua competenza è riuscita a fare.
MODERATI FROSINONE

sabato 10 luglio 2010

COMMISSIONI REGIONE LAZIO

Posted on luglio 10th, 2010 di silvio
Parlando con alcuni amici questa mattina, quelle che erano le mie perplessità su alcuni esponenti politici locali, sono state confermate anche da chi sembrava, in effetti, lontanssimo dalle mie idee. In campagna elettorale ne abbiamo sentite di tutti i colori, tutti volevano e l’hanno preso, impegno con gli elettori, quando sarò eletto mi comporterò come un cittadino semplice, senza benefici, senza approfittare delle agevolazioni da deputato regionale. Tutte chiacchiere, adesso che si parla di commissioni regionali, e quindi di ulteriori ” soldini ” da aggiungere allo stipendio, nessuno, specie quelli dell’opposizione, alza la voce contro lo sperpero di denaro pubblico consapevole che magari presso un qualsiasi ospedale del Lazio non è possibile acquistare nemmeno un rotolo di carta igienica. Come volevasi dimostrare, conquistata la poltrona, ci si dimentica dei cittadini normali. Accade da anni e questa è una prassi consolidata. Io ripeto da anni che il neo eletto è un urlatore tolto in mezzo la strada, colui cioè che fino al giorno prima delle elezioni si lamenta di questo stato di cose, una volta vinta la lotteria di dimentica di tutto. E’ la politica che funziona cosi e fessi, sono i cittadini onesti che abboccano alle loro promesse e alle loro dichiarazioni d’intenti. Alle comodità della Regione o del Parlamento nessuno rinuncia, nessuno è capace di rinunciare ai benefici e quando dico nessuno nemmeno la minoranza, quell’opposizione che dovrebbe dimostrare e smascherare lo sperpero di denaro, i soldi dei contribuenti utilizzati per condurre almeno per 5 anni una vita da nababbi. Sarebbe bastato chiedere agli elettori l’autorizzazione a poter vivere una vita diversa, fatta di salotti, soddisfazioni, privilegi e soprattutto uno stipendio da favole.
Il Presidente dei Moderati
Silvio Tedeschi

INCONTRO MODERATI - UDC DI ROMA

Si è tenuto due sere fa nella splendida cornice del Ristorante l’Oasi di Velletri un importante incontro tra esponenti di spicco dell’UDC romana e i Moderati di Roma. Il tentativo era quello di riannodare i rapporti in vista del Congresso che andrà a sancire la nascita del Partito della Nazione, un tentativo che ovviamente doveva coinvolgere il Movimento anche in altre province e laddove è oggi presente e per questo all’incontro ha partecipato il Presidente dei Moderati Silvio Tedeschi oltre ovviamente i dirigenti romani Antonio Di Murro e Paolo Vecchio. Ultimamente i rapporti tra i Moderati e l’UDC non sono stati per niente buoni tant’è vero che alle ultime consultazioni regionali i Moderati si erano tirati fuori dalla partita decidendo di votare secondo coscienza e quindi non perfettamente in linea con il partito di Casini. Tutto può ripartire è stato ribadito nell’incontro ma con basi e contenuti diversi e almeno nel Lazio non bastano più le rassicurazioni di rappresentanti del partito di Casini specie in provincia di Frosinone laddove l’impegno dei Moderati in occasione delle elezioni provinciali non è stato per nulla apprezzato né considerato. Bisogna quindi trovare una soluzione alternativa che vede i Moderati protagonisti e al tempo stesso alleati con le realtà interne all’UDC leali, propositive e rappresentative e per questo, l’invito a far parte di una componente che fa riferimento a persone e forze alternative e antagoniste al gruppo dirigente attuale dell’UDC potrebbe essere il giusto motivo per riprendere il discorso. Il Partito della Nazionale non sarà più il partito di Casini ma un soggetto politico che vede al suo interno forze nuove e volti nuovi. E’ iniziato il processo si fuoriuscita dal PDL e dal PD e questo è un segnale molto positivo per chi intende creare un’alternativa centrista e moderata. In un contesto come il Partito della Nazione potrebbero trovare posto coloro che sono rimasti scontenti dal PDL e soprattutto dalla politica berlusconiana come del resto coloro che ex Margherita o ex Popolari trovano difficoltà a dialogare con forze radicali e di sinistra del PD. Un incontro insomma che potrebbe avere seguito e sicuramente troverà un momento di sintesi alla ripresa dei lavori subito dopo la pausa estiva. Nell’incontro si è parlato anche di politica nazionale e si presume che d’ora in avanti l’UDC o meglio il nascente Partito Della Nazione giocherà sicuramente un ruolo da protagonista.